Alla roulette “tutto tende all’equilibrio”

Ogni giocatore dovrebbe essere assolutamente certo che non si può interferire con la ruota della roulette. Le leggi della probabilità di solito non funzionano quando si gioca alla roulette. In teoria non si possono fare previsioni sulla base dei giri precedenti. Questo rende ogni giro della ruota indipendente, che è esattamente il motivo per il quale nessuna strategia può dare al giocatore un vantaggio sulla ruota.

I giocatori devono sapere che gli ultimi giri della ruota non sono rilevanti per ciò che potrebbe accadere dopo e non hanno modo di predeterminare il risultato di un giro successivo.

Questo dice la Fisica applicata alla roulette, ma bisogna tenere a mente anche un altro principio proprio della ruota, il principio che tutto tende all’equilibrio.

Cosa vuol dire?

Vuol dire che come nell esempio qui sotto se andiamo ad analizzare le percentuali di uscita negli ultimi 500 giri di ruota, le dozzine devono essere al 33% circa. Schermata 2018-11-25 alle 15.49.58   Nella foto qui accanto troviamo uno scompenso lieve sulla seconda dozzina e sulla prima colonna che dovranno uscire per recuperare lo scarto.

Come vediamo, per lo stesso principio, dovrà uscire anche il colore rosso che al momento ha uno scarto di 3 punti percentuali ed i numeri alti 19-36, dove abbiamo uno scarto leggermente maggiore,  5 punti percentuale.

Passando ora a parlare della mia partita odierna, (QUI IL VIDEO) ho vinto 47 euro in appena 21 minuti di lavoro, è domenica e sinceramente ho giocato esclusivamente perchè piove e non potevo andare in giro.

Vi dico questo, perchè la mentalità da avere al tavolo se si vuole trarne profitto è questa, se invece vi sentite attratti, non avrete scampo e  siete pertanto destinati a perdere.

Per approfondimenti e per conoscere la mia metodologia di gioco alla roulette live, potete scaricare il mio e-book

 

 

Rispondi

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: